Questo contenuto e bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.
libro dei ricordi matrimonio

Il libro dei ricordi: un’edizione pregiata

26

Erano seduti in giardino, con lo sguardo perso nei ricordi. Sul tavolinetto davanti a loro due tazzine di caffè, di quelle del “servizio buono”, usate solamente dopo tanti anni perché prima di allora avevano prevalso altre urgenze. Da giovani si pensa sempre a ottimizzare il tempo, ma a una certa età lo si inizia a vedere e vivere come qualcosa da assaporare e gustare, proprio come un buon caffè in tarda mattinata. O come i ricordi, che possono riaffiorare in ogni momento.

Seduti, con la serenità di chi non ha urgenze da espletare, Alessandro e Silvia tenevano in mano un pacchetto regalo e gli occhiali. Quelli ormai erano divenuti gli inseparabili compagni di viaggio delle loro giornate; senza di essi la loro quotidianità avrebbe perso di carattere e sarebbe diventata una macchia opaca sovrapposta alle cose. Quel pacco regalo era inaspettato. I regali a volte sono annunciati, altre sono attesi, altre ancora pretesi. In quel caso no; non si aspettavano di ricevere qualcosa che fosse diverso da una lettera promozionale o da una bolletta da pagare.

Avevano finito di prendere il caffè prima di aprire il pacco, perché l’emozione di quella novità andava vissuta pienamente, un po’ come quando si lascia respirare il vino prima di versarlo nei bicchieri per poterne gustare tutti i sapori.

L’onore di scartare il regalo fu di Silvia, che aveva l’abitudine di riporre ogni cosa in maniera ordinata, prima di procedere alla successiva. Prima il nastro, poi la carta, quindi il coperchio della scatola. Un libro. Il contenuto di quel pacco regalo sembrava essere un libro. Un po’ anomalo sia per le dimensioni che per la copertina. Lo stupore e le perplessità vennero scalzate dalla curiosità che la portò a estrarre del tutto quel libro e metterlo alla giusta distanza per poterne leggere il titolo.

Alessandro & Silvia– 25 anni di matrimonio

Questo il titolo e il contenuto di quel libro particolare.

Guestbook in legno personalizzato idee matrimonio libro ospiti

Guestbook in legno personalizzato idee matrimonio libro ospiti

Sorrisero, perché pur non avendo capito avevano intuito. Pensavano fosse una raccolta di foto, come si usa fare negli anniversari importanti.

Scorrendo le pagine la sorpresa più grande fu scoprire che quello non era un libro di foto, nonostante nella prima pagina ci fosse quella del loro matrimonio, ma un libro di ricordi di chi negli anni li aveva conosciuti, incontrati, vissuti e, soprattutto, amati.

Tennero per qualche secondo lo sguardo su quella foto; venticinque anni e qualche acciacco di meno, qualche speranza in più. Sorrisero di nuovo, era l’unica cosa che riuscivano a fare. E quando girarono la pagina della foto cadde una bustina bianca. Alessandro si premurò di raccoglierla e la consegnò alla moglie che poté aprirla, estrarne il bigliettino e leggerne il contenuto “Più delle immagini le parole, per voi che le avete sempre amate. Abbiamo raccolto quelle di chi in questi anni ha fatto parte della vostra di vita di cui anche noi facciamo parte. Auguri mamma e papà. I vostri figli”.

L’emozione stava prendendo diverse forme, stringendo lo stomaco e inumidendo gli occhi.

Sfogliarono le pagine e lessero una per una tutte le dediche, i pensieri e gli appunti raccolti in quelle pagine. C’erano tutti coloro con cui avevano condiviso la loro vita. Non solo parenti, ma anche tanti amici, quelli d’infanzia e quelli acquisiti nel corso degli anni.

Alessandro e Silvia passarono più di qualche ora a leggere, commentare, ridere e commuoversi per ognuna delle frasi raccolte in quel libro. Il loro matrimonio, venticinque anni prima, era stato molto semplice e sobrio, senza tanti elementi come i più moderni guestbook. Glielo avevano regalato i loro figli, coinvolgendo coloro che avevano partecipato al matrimonio, ma anche le persone che si erano aggiunte nel corso del tempo a quella coppia di sposi, a quella famiglia.

Alessandro e Silvia trascorsero molto tempo pensando a come ringraziare prima di tutto i loro figli, artefici di quella sorpresa, ma anche ciascuno di coloro che aveva contribuito a riempire di parole ed emozioni le pagine di quel libro dei ricordi. Ebbero molte idee e alcune le realizzarono, ma questa è un’altra storia.

Più letti

Categoria: Eventi Speciali

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam, solo le migliori offerte e promozioni pensate per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.

Questo contenuto e bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.