Collezione Segnalibri “C’era una volta” – Speranza

3,90 3,20 (IVA esclusa)

Il segnalibro in legno “Speranza” della Collezione “C’era una volta…” di Queekee riprende una delle più belle frasi del libro “Il soldatino di stagno”, la celebra fiaba di Hans Christian Andersen.

Il libro racconta della storia travagliata di un soldatino di stagno senza una gamba e una ballerina, anch’essa di stagno. E’ l’emblema letterario dell’ accettazione dei difetti della persona amata e sopratutto della speranza, un giorno, di incontrarla di nuovo dopo un lungo viaggio solitario.

La fiaba è un susseguirsi di riflessioni importanti e citazioni memorabili, noi abbiamo scelto di riportare quella che maggiormente rappresenta il sentimento magnifico della speranza: “Un giorno capiterai per caso da queste parti, comincerai a leggere e ti innamorerai di nuovo di me, senza saperlo.”

  • MATERIALE: legno ciliegio
  • DIMENSIONI:
    • 11,5×2,5 cm.
    • 14,5×3 cm.
  • PERSONALIZZAZIONE DEL NOME
  • MINIMO ACQUISTO: 3 pezzi assortiti anche da altre collezioni

Per dimensioni diverse o altre richieste contattaci.

Hai bisogno di aiuto?
  • richiesta anteprima gratuita

    CONSIGLIATO DA NOI

    Ricevi l'anteprima del tuo prodotto prima di ordinarlo, senza obbligo d'acquisto! Grazie a QUEEKEE4U puoi ricevere l'anteprima del risultato dell'incisione sul tuo oggetto personalizzato al prezzo simbolico di €1,20. Clicca qui per accedere al servizio.

  • spedizione veloce in 24 ore

    Realizziamo il tuo ordine in 24h lavorative!

    Per le incisioni personalizzate i tempi di lavorazione dipendono dalla quantità di materiale ordinato, per un massimo di 4 giorni. Se li vuoi conoscere prima di effettuare l'ordine, clicca sul pulsante "Hai bisogno di aiuto?".


    pagamenti sicuri corriere espresso

Categoria: SKU: 00467

Descrizione

Il soldatino di stagno (Den standhaftige tinsoldat) è una fiaba di Hans Christian Andersen. È nota anche come Il coraggioso soldatino di stagno, Il tenace soldatino di stagno, Il coraggioso soldatino di piombo e con altri titoli analoghi. Fu pubblicata per la prima volta nel 1838, nel quarto volume di Eventyr, Fortalte for Børn.

Due bambini, fratello e sorella, ricevono in dono un castello di carta, con figurine di carta, tra cui una ballerina con un lustrino dorato sul petto e un gruppo di 25 soldatini di stagno. A uno dei soldatini manca un pezzo di gamba perché è stato fuso dopo gli altri, con lo stagno avanzato. Ogni notte, quando i bambini sono addormentati, i loro giocattoli prendono vita. Il soldatino senza una gamba si innamora della ballerina di carta.

Fra i giocattoli c’è un pupazzo a molla a forma di diavolo, invidioso del soldatino di stagno, che lancia una maledizione sulla coppia condannandola a non essere mai felice. Il giorno dopo, infatti, il soldatino cade fortuitamente dal davanzale della finestra. Trovato in terra da due bambini, viene messo su una barchetta di carta e spinto in mare; la barca stessa poi affonda e il soldatino viene mangiato da un pesce. Per tutto il tempo, il soldatino resta coraggiosamente sull’attenti, col chepì dritto in testa.

Miracolosamente, il pesce viene pescato e finisce proprio nella cucina della casa da cui proviene il soldatino; recuperato dal cuoco, torna fra i giocattoli e dalla sua amata ballerina.

La crudeltà del diavoletto però non è sconfitta; il soldatino finisce questa volta nel fuoco, e inizia a sciogliersi. Nella stanza dei bambini, però, viveva una buona fata. Impietosita dalla sventura del soldatino, la fata ordina che il soldatino sia per sempre felice. Ed ecco allora un colpo delicato di vento, che fa volare nel fuoco anche la ballerina. Il giorno successivo, dei due non rimane che un cuoricino di stagno e un lustrino annerito dal fuoco. Era ciò che rimaneva di un grande amore.

Potrebbe interessarti anche…