Collezione Segnalibri “C’era una volta” – Follia

3,90 3,20 (IVA esclusa)

“Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.” Il verdetto dello Stregatto che si rivolge ad Alice è chiaro. Non esiste la normalità, ognuno di noi ha il suo Paese delle Meraviglie ed ognuno di noi è “matto” a modo suo.

Il segnalibro in legno “Speranza” della Collezione “C’era una volta…” di Queekee è un inno alla follia, il tema principale della fiaba che sconvolto l’ordine mentale di milioni di persone. Anche quello di Alice a dire il vero. La protagonista infatti, seppur mossa da una curiosità scientifica che la spinge a entrare nella tana del coniglio e a vivere le avventure da lì in avanti, costantemente rifiuta la follia del Paese delle Meraviglie (in parte provando a recuperare la propria identità) in favore del ripristino dell’ordine. Ma la domanda è: non è eccitante sapere essere…un po’ folli?

  • MATERIALE: legno ciliegio
  • DIMENSIONI:
    • 11,5×2,5 cm.
    • 14,5×3 cm.
  • PERSONALIZZAZIONE DEL NOME
  • MINIMO ACQUISTO: 3 pezzi assortiti anche da altre collezioni

Per dimensioni diverse o altre richieste contattaci.

Hai bisogno di aiuto?
  • richiesta anteprima gratuita

    CONSIGLIATO DA NOI

    Ricevi l'anteprima del tuo prodotto prima di ordinarlo, senza obbligo d'acquisto! Grazie a QUEEKEE4U puoi ricevere l'anteprima del risultato dell'incisione sul tuo oggetto personalizzato al prezzo simbolico di €1,20. Clicca qui per accedere al servizio.

  • spedizione veloce in 24 ore

    Realizziamo il tuo ordine in 24h lavorative!

    Per le incisioni personalizzate i tempi di lavorazione dipendono dalla quantità di materiale ordinato, per un massimo di 4 giorni. Se li vuoi conoscere prima di effettuare l'ordine, clicca sul pulsante "Hai bisogno di aiuto?".


    pagamenti sicuri corriere espresso

Categoria: SKU: 00468

Descrizione

Alice nel Paese delle Meraviglie, è un romanzo fantastico pubblicato per la prima volta nel 1865 dal matematico e scrittore inglese reverendo Charles Lutwidge Dodgson, sotto il ben più noto pseudonimo di Lewis Carroll.

Il racconto è pieno di allusioni a personaggi, poemetti, proverbi e avvenimenti propri dell’epoca in cui Dodgson opera e il “Paese delle Meraviglie” descritto nel racconto gioca con regole logiche, linguistiche, fisiche e matematiche che gli hanno fatto ben guadagnare la fama che ha. Il libro ha un seguito chiamato Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò. Nella maggior parte dei casi gli adattamenti teatrali e cinematografici preferiscono fondere insieme elementi dell’uno e dell’altro.

Potrebbe interessarti anche…